AdBlue

AdBlue® è una soluzione di sintesi di acqua e urea al 32% che elimina gli ossidi di azoto nei gas di scarico.

AdBlue è un marchio registrato da parte della Verband Der Automobilindustrie (l’associazione tedesca dei costruttori di veicoli). Ma cosa è AdBlue effettivamente? La tecnologia AdBlue consiste in una soluzione di acqua e urea al 32,5% che, se utilizzata nel sistema SCR dei veicoli diesel provvisti di marmitta catalitica, riduce selettivamente le emissioni degli ossidi di azoto dai gas di scarico prodotti dai veicoli.

La soluzione non è tossica, non è infiammabile e non è pericolosa da manipolare, ma può essere leggermente corrosiva per alcuni metalli e quindi deve essere stoccata e trasportata utilizzando i giusti materiali (come quelli plastici).

La VDA, essendo la detentrice del marchio registrato e del brevetto, concede in licenza la produzione di AdBlue® solo a quelle aziende produttrici che superano determinati standard qualitativi conformi alla specifica norma ISO 22241.

L’AdBlue® prodotta da Azotal, oltre ad essere concessa in licenza, è anche certificata.

Una volta che sappiamo cosa è AdBlue, è fondamentale specificare che esistono principalmente due metodi per produrre AdBlue®: per sintesi o per dissoluzione. La produzione di sintesi avviene direttamente dal processo di produzione dell’ammoniaca.
La seconda avviene, appunto, per dissoluzione di urea tecnica in acqua demineralizzata. Questo secondo tipo di processo è meno costoso, ma aumenta il rischio di ottenere un prodotto fuori specifica, con troppe impurità e non conforme agli standard  di qualità voluti dalla norma ISO.

L’AdBlue® derivata da produzione di sintesi è appunto la più pura: questo metodo, anche se più oneroso, garantisce infatti un prodotto pienamente in specifica e l’azzeramento dei rischio di contaminazione.

Non tutta l’urea in commercio può essere utilizzata per produrre AdBlue®, ma solamente quella con determinate specifiche chimiche (urea tecnica), che rappresenta però una parte molto piccola della produzione mondiale di urea (in quanto la gran parte dell’urea prodotta al mondo è usata come fertilizzante).

Oltre che sul fronte della produzione la qualità dell’AdBlue® deve essere garantita evitando contaminazioni anche durante il trasporto e la manipolazione.

La soluzione più sicura da questo punto di vista è di usare sempre mezzi dedicati soltanto all’AdBlue® e costruiti in materiali totalmente compatibili.

Il Parlamento Europeo il 16 dicembre 2008 ha votato la nuova normativa EURO 6 per i mezzi pesanti e i veicoli privati. I nuovi limiti comportano una riduzione per le emissioni NOx dell’80% di e una riduzione del 66% nel limite di emissione di PM rispetto alle emissioni Euro V.

 

Contattaci per maggiori informazioni