AdBlue e tecnologia SCR: come funziona?

tecnologia adblue
20.10

AdBlue e tecnologia SCR: come funziona?

AdBlue e tecnologia SCR. Un binomio che va di pari passo con l’evoluzione dei motori diesel. In questo articolo cercheremo di conoscere più a fondo la tecnologia SCR ed il suo stretto legame con l’additivo AdBlue.

AdBlue e tecnologia SCR: le origini

Una tecnologia non nuova ma già sviluppata nel 1957 da una società statunitense.
SCR è acronimo di Selective Catalysis Reduction (Riduzione Catalitica Selettiva) e ha l’obbiettivo di ridurre le emissioni di ossido d’azoto nelle automobili diesel. E questo avviene sfruttando l’AdBlue.

Attualmente sul mercato esistono 2 sistemi principali per limitare le emissioni di ossido di azoto: EGR e SCR. Secondo uno studio della Federazione Europea per il Trasporto e l’Ambiente, l’SCR è molto più efficiente dell’EGR.

La tecnologia SCR, che permette di convertire gli ossidi di azoto in acqua e azoto, può raggiungere una riduzione fino al 95% delle emissioni di NOx nel processo di combustione e può quindi soddisfare le più severe normative future.
La reazione chimica si ottiene iniettando l’AdBlue, composto da una miscela di acqua (67,5%) e urea (32,5%). L’iniezione a monte dell’SCR, a contatto con i gas di scarico ad alta temperatura, trasforma l’AdBlue in ammoniaca (NH3), che funge da riduttore trasformando gli ossidi d’azoto in vapore acqueo e azoto.

Il sistema SCR: caratteristiche e componenti

Il sistema SCR è composto da:

  • Serbatoio AdBlue;
  • Centralina elettronica;
  • Pompa di alimentazione; iniettore; catalizzatore riducente (quello ossidante è quello classico);
  • Sonda NOx con relativa centralina (su alcune vetture possono essere 2 le sonde);
  • Sonda per la temperatura.

La tecnologia SCR è stata approvata e migliorata negli ultimi anni. Infatti, i recenti studi condotti dalla Commissione Europea tendono a dimostrare che questa soluzione, utilizzata in condizioni adeguate, è molto valida per contrastare gli NOx.

Per il funzionamento ottimale del sistema SCR sono necessari un additivo certificato e un fornitore affidabile. Inoltre la scelta del reagente è fondamentale per una prestazione ottimale del trattamento NOx. Utilizzare AdBlue scadente e non certificato comprometterà seriamente il motore e il sistema catalitico SCR del veicolo, a causa delle impurità presenti in un AdBlue non di qualità.